Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Il colibrì...
A spasso nel tempo...
Respiri...
Il sublime piacere d...
L\'uomo che conobbe ...
La collettività non ...
IL PIATTO DEL GIORNO...
L'ARIA CONDIZIONATA...
La cultura dell'amor...
La vera gentilezza c...
Il mondo a quote più...
Fobia...
Quando ognuno fa que...
La Coccinella...
Cento anni...
HAIKU 11...
Grotte...
Non ascoltiamo quell...
Finzione (Anglicismi...
PULIZIE EXTRA...
Afflato di luna...
L\'uomo che conobbe ...
Il mio sogno...
Illusioni...
L'ITALIA DEI FURBETT...
In pensiero...
L'ora del corvo...
Balconcino...
CALA LA NOTTE...
LA CHIMICA INCENDIAR...
Due universi...
Una piccola malincon...
Je...
Milos tra le braccia...
Silenzio assordante...
Scrivo di getto...
Ortensia Selvatica...
Eccomi amore......
Distratta...
Ancora sorridono i f...
PETALI...
L\'uomo che conobbe ...
Il faro...
NOTTI IN PRESTITO...
MADRE MIA DOLCISSIMA...
IL CONOSCENTE PIACIO...
LA FELICITA' VIE...
caro Mango...
ROGER...
Cieli silenziosi...
Infinita luce (conco...
Note diverse...
I SUOI OCCHI COME UN...
Destino...
Cullami o mare...
Compendio universale...
In bilico...
La mia amica Martina...
LA VIA DEL CIELO...
Tra le figlie di Net...
DOLORE...
Il dolore degli altr...
Lucente D'amore...
Donna... e...
L'egocentrica a teat...
Canto di lei...
Piccolo soldato...
L\'uomo che conobbe ...
Giaggioli...
E sei sempre lì...
QUADRO DI BOTTICELLI...
Il Timido Gheppio...
Essere se stessi..ri...
IL SOLE AL TRAMONTO...
LA TEMPESTA PERFETTA...
Cartolina...
Vestita di nero...
I misteri dell\'abba...
L'unica creatura...
Tu, Alato Amorino...
Brucia la terra...
La dolce compagnia...
Lei, ride amara dei ...
La partigiana...
Rosengarten...
Dillo un'altra volta...
Intenti d'amore...
Bianco e nero...
LA CHIMICA INCENDIAR...
Silvestre...
APRI IL CUORE...
La rosa...
Il calamaio di latte...
UN FIORE RECISO...
Eppure...
Tace il silente tigl...
PASCIUTI TARLI...
Musa in prestito (a ...
Nei righi...ti ritro...
MILKY CUCCIOLO...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it lecasedeipoeti.blogspot.com

Dall’amore dei figli

Lo sapevo che dai miei figli
doveva dipendere il mio sentimento!
Proprio dal loro potente,
universale ardore.
E io lo sento bussare forte e possente
alla porta del mio eterno vagare.


Chiedo e cerco ancora la giusta dimensione della vita,
il mio impulso,
davvero in questa che m’appare a volte
una realtà inaridita


Per me non è una novità,
semplicemente perché tutto su ognuno dei mie figli
con pazienza ho riversato
Ho regalato perfino la fonte della mia serenità.


Quella custodita con la passione
e la consapevolezza,
e per questo, adesso che non l’ho più,
vado alla ricerca in loro,
della essenzialità, della magica,
profonda, mia originaria tenerezza.


E la ritrovo proprio intatta nei lori cuori
che ho ricolmato di ogni mia letizia.
Sino all’ultima briciola l’ho donata,
come fosse la cosa più cara da me posseduta.


La rintraccio proprio nei miei figli
la mia quiete dell’eternità,
perché tutto Il mio bene
adesso lo trovo in essi collocato,
ubicato e teneramente custodito.


Ed ogni volta che voglio riavere la mia armonia,
basta un bacio sulla guancia dei mei figli
e tutto scompare come
per una semplice,
prodigiosa magia.


È tutta qua la mia realtà,
ciò che mi resta oramai della vita.
La conto oramai nelle loro mani,
nelle loro cinque dita.


(L’immagine ad acquerello allegata, così pure le altre che accompagnano i precedenti brani, sono dipinti dello stesso autore, creati per illustrare propri libri di fiabe)




Share |


Poesia scritta il 20/11/2017 - 22:13
Da Vincenzo Scuderi
Letta n.659 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti


e figlie so' piezz'è còre bella bella

enio2 orsuni 21/11/2017 - 13:56

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?