Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Non hanno nome i pen...
Il baratro del silen...
Ricomincio da me...
Pensa a me...
Mi manchi tu...
La volpe in vetrina...
Notte di insonnia...
Se hai un pezzettino...
RIVIVERE...
SULLE TRACCE...
ER CANARINO MIO d...
Satira...
Evoluzione...
Senza riposo...
L' attimo...
Coccinella...
Ci sono sempre stato...
Lacrime...
PASTA E CECI...
Nonostante tutto. .....
cento passi omaggio ...
Venere e Luna...
Kalòs e la Cerva...
Sempre che il bar si...
La poesia mi salva...
Era un sogno?...
Dialogo dell\'amor p...
Ad Elisa...
Il segreto della pio...
SEGNALIBRO...
Libertà...
La tua mancanza si s...
Mera poesia 4....
A spasso tra le stel...
Piccola stella...
The Bad Road...
Una favola antica...
Racconti della notte...
Anche se calmo, è ...
...a te...
Il primo amore di Fr...
L’ONESTA’ DE ZIO...
La ricorrenza...
FANGO...
Tu una parte di noi...
Vivi!...
Viaggiare...
La luna e il mare...
L'Esibizionista...
PORTAMI NEI TUOI SOG...
IL NOSTRO ADDIO...
La carezza del sole...
A bordo nel mistero...
Non Sono...
La verità è come il ...
Ribelli del cuore...
Nel prato...
Silenzio...
Bangkok...
Nessun applauso...
Poesia in Re...
E' tutto troppo!...
Temporale d'estate...
TARANTELLA...
tempo...
Rosso...
DOPO UN ANNO...
I colori della vita,...
La ginestra...
FEBBRAIO OGGI E’ DI ...
La rinascitadel dest...
Tutto...
Grigia mattina...
PADRE MADRE...
Con o senza di me...
Il Calice Rosso...
La luna e il mare...
Ognuno ha diritto ad...
Il giardino di famig...
...vedi tesoro mio, ...
La madre di tutti...
AMORE AMORE... AMORE...
Tre Hayku per Sun La...
Il disegno di coppia...
Lei era vento!...
Par di vederti...
Intorno ai girasoli...
Aurelia...
In flessuosa danza...
Judo...
In quei giorni...
Notte d'estate...
Emozione pura...
Momenti...
A ricordo di un amic...
SILENZIO TOMBALE...
Piu del cielo Più d...
destino...
Il mio primo passo d...
C'è un limite...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Inutile staticità

Cammino e vedo
Lerciume sul ciglio
Frutto dei nostri vizi
Complessi di inutilità
Vorticose leziosità
Io fermo vicino alla strada
Come trafitto da una spada
Osservo auto che passano
Rincorrendo mete inutili


Balugina la speranza


Il mondo si contorce
E l'albero mi è nemico
Turbamento divino


Divento animale da soma
Della tristezza e
Della disperazione
Ma continuo ad oziare
Nell'attesa di un cambiamento
Di un'attesa lacerante
Fremiti insostenibili
Si aprono ferite
Le ricucio con le lacrime
La staticità mi rende schiavo
E fermo al freddo tagliente
Con i pugni chiusi nelle tasche


Si gela



Share |


Poesia scritta il 25/03/2015 - 07:39
Da Salvatore Mauro
Letta n.304 volte.
Voto:
su 2 votanti


Commenti


Ciao AURELIO, grazie per il tuo commento. Mi fa molto piacere che tu abbia colto bene il significato, e sono pienamente d'accordo riguardo la rivoluzione culturale che dovrebbe avvenire tra i più. Quasi un'utopia però. Però purtroppo quando mi guardo in giro, davvero vedo troppa staticità e poca voglia di fare,come si suol dire: un solo albero che cade in una foresta non fa molto rumore. Quindi dobbiamo cercare di muovere la foresta. Grazie ancora, ciao!

Salvatore Mauro 25/03/2015 - 14:20

--------------------------------------

Uno sguardo disperato alla totale degradazione di una Società che ormai non si desta più dal sonno che l'ha colpita e dal sonno cui è stata incanalata. Manca una rivoluzione innanzi tutto culturale che ridia ordine alla oriorità delle cose e dei valori umani. Una denuncia che certo non merita il discreto che vedo ma questo è un altro deiscorso.
Ciao
Aurelio

Aurelio Zucchi 25/03/2015 - 12:50

--------------------------------------

Molto sentita, un caro saluto

MARIA ANGELA CAROSIA 25/03/2015 - 08:58

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?