Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

19 AGOSTO ER COMPLEA...
Non ti chiedere se ...
L’uomo dovrebbe fare...
Dolcezza...
il suo nome...
Falò di pensieri...
Italia mia...
RESILIENZA...
Gli alberi intorno...
Specchio spiatore...
Illusione o realtà?...
Le mie parole sono l...
Quando arriverà il m...
La Pecora nera...
Dove nel cosmo è bui...
Tristezza per la gen...
Ne ho baciate tante ...
Nei nostri sorrisi...
SAHEL...
Contro il destino...
Sandrone...
EVOLUZIONE DELL\'AN...
Non li merito gli oc...
STRAGI...
NOARE O STAR NEGÀ...
l'attesa di guardart...
LA RAGIONE...
Estati su\' di uno s...
LA NOSTRA PROMESSA...
Dentro la scatola di...
CONQUISTA...
La fretta dei giorni...
Fila, filastrocca...
ANCHE PER UN SOLO IS...
Voglio solo la mia l...
...UN AMORE CHE È CO...
Ancora una volta...
Non è ancora quel te...
PER AMMAZZARE IL... ...
il gommone...
Fantapoesia...
Canto della cuna del...
Questa è la vita ? ...
Preghiera alla divin...
NESSUNO...
È perché non sai chi...
Mare verde...
Schizzi di luce (poe...
RICAMI DI LUNA...
Il prestigio di una ...
Nel mercato dell'int...
La mente e il cuore...
A mio favore...
Un cielo troppo gran...
Alla mia Cri...
gli elementi...
Per tutta l'eternità...
Senza armonia...
Mia Madre...
A te e a me...
LA NINNA NANNA DELLA...
Il regno animali ...
Ostetrica(C)...
PIUMA AL VENTO...
PAURA DEL SILENZI...
STELLA...
L'ignoto...blu...
Sentimenti...
Davanti a noi...
Pace a ferragosto...
SENTO LE TUE CAREZZE...
Evanescente...
Lontano...
...IL SAPORE DEL CAO...
Polvere...
La Ragazza Dai Capel...
E RITORNO AL PASS...
Stupido amore...
Le mie teorie...
La poesia non dev'es...
SENZA AMORE...
ALMENO...
BUGIARDO SORRISO...
Sorriso amaro...
Forse,ti amo....
Bang… Bang… Bang…...
Credevo. E poi......
L'aquilone...
Vien la pioggia d'ag...
L'amicizia I veri...
Cara mamma.......
IL PIANTO DELLA...
Cadice...
ARBRE MAGIQUE...
Ti ho lasciata indie...
Quieto e silenzioso...
Inutili verba...
Vivere...
Quel battito in più...
epoche...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Inutile staticità

Cammino e vedo
Lerciume sul ciglio
Frutto dei nostri vizi
Complessi di inutilità
Vorticose leziosità
Io fermo vicino alla strada
Come trafitto da una spada
Osservo auto che passano
Rincorrendo mete inutili


Balugina la speranza


Il mondo si contorce
E l'albero mi è nemico
Turbamento divino


Divento animale da soma
Della tristezza e
Della disperazione
Ma continuo ad oziare
Nell'attesa di un cambiamento
Di un'attesa lacerante
Fremiti insostenibili
Si aprono ferite
Le ricucio con le lacrime
La staticità mi rende schiavo
E fermo al freddo tagliente
Con i pugni chiusi nelle tasche


Si gela



Share |


Poesia scritta il 25/03/2015 - 07:39
Da Salvatore Mauro
Letta n.241 volte.
Voto:
su 2 votanti


Commenti


Ciao AURELIO, grazie per il tuo commento. Mi fa molto piacere che tu abbia colto bene il significato, e sono pienamente d'accordo riguardo la rivoluzione culturale che dovrebbe avvenire tra i più. Quasi un'utopia però. Però purtroppo quando mi guardo in giro, davvero vedo troppa staticità e poca voglia di fare,come si suol dire: un solo albero che cade in una foresta non fa molto rumore. Quindi dobbiamo cercare di muovere la foresta. Grazie ancora, ciao!

Salvatore Mauro 25/03/2015 - 14:20

--------------------------------------

Uno sguardo disperato alla totale degradazione di una Società che ormai non si desta più dal sonno che l'ha colpita e dal sonno cui è stata incanalata. Manca una rivoluzione innanzi tutto culturale che ridia ordine alla oriorità delle cose e dei valori umani. Una denuncia che certo non merita il discreto che vedo ma questo è un altro deiscorso.
Ciao
Aurelio

Aurelio Zucchi 25/03/2015 - 12:50

--------------------------------------

Molto sentita, un caro saluto

MARIA ANGELA CAROSIA 25/03/2015 - 08:58

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?