Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Eppur mi sono scorda...
Istantanee...
Ultima goccia di cer...
CHE FATICA AMARTI...
Tu che più di chiunq...
VENTUNO A RISPETTO D...
BASTA...
il ruolo del poeta...
QUESTO È IL MIO NATA...
In cerca del caribù...
Disperso in una nott...
È Natale che...
Un gelido tramonto...
Antonio...
Come è grande...
Fido...
La fioraia...
IO SONO CAMBIATA...
Cielo pirico...
E mi cruccio, a sera...
Un brano al vento...
Io volo...
Rimembranze...
Monologo del Tacchin...
Mia adorata Paky...
Scelgo le perle...
LA POESIA PIÙ BELLA...
Luci di Natale...
Lettera ad un amico...
Se mi ami...
bene e male...
La moje in vacanza (...
Riempimi di te...
Lacrime...
LUCCIOLE IN CIELO ...
milite armato d'amor...
Un solo colpo...
L'amore ricordato...
A Marta...
ultimi pensieri...
Oltre...
NATALE...
Il suo bastone assen...
Inedia...
Il barattolo...
esecrerò l'odio...
SOSPIRO D'AMORE...
IL SOGNO DI UN AMORE...
La sposa triste...
Dialogo di due innam...
LENTI A CONTATTO...
VISO DI LUNA...
AMORE...
Non sei tu(C)...
Danza...
LUPO AFFAMATO...
LA FESTA DEL LUPO...
Vivo......
Il fesso...
Francesco Forgione...
I miei occhi...
Furto di cocaina...
Un Abbraccio...
Fantasia...
Una delle tante...
Giornataccia!!!...
LA VITA TI HA SCELTO...
L'ODIATO LUPO...
Natale 2017...
Questo può diventare...
Non sprecare il tuo ...
Nuvole 2...
L'altra metà del cie...
E quando le creature...
Vorrei ma non posso...
Come arriva natale...
Fughe...
L'emicrania della no...
Ovunque tu sia...
DOLCI MELODIE...
L'ISTINTO...
Bava di lumaca...
Quella ragazza...
Il migliore amico de...
OTTO DICEMBRE di En...
Lupo sdentato...
Ascolta se vuoi....
Ogni fiume segue il ...
Passerà la festa...
Cappuccetto Rosso e ...
La bocca di un crate...
Un angelo senza nome...
Un altro giorno...
Tu vai, io sono qui...
Solamente felicità...
In Do maggiore...
AD ALDO MINIUSSI, CA...
Tornando a casa...
Solitudine...
UN LUPO NON TRO...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



Benvenuto Umil Servo

Benvenuto, umil servo,
salito per esser salvator di fede.
Tu che dal limite di Magellano salpasti
per entrare nella casa del Divin potere.


Quel padron che prima di te regnò,
il teutone, che lo spirito più non vede,
il suo trono abbandonò, i suoi beni per se riservo`,
ma il posto dell'Emissario a te lascio`.


O tu, che semplicemente hai vissuto, povero di pecunia,
ma ricco di spirito, allontani, dal tuo gregge, cupidigia e avarizia,
con la tua povertà mostri il Saggio vivere
di una casa divina, semplice e giusta.


O tu, che porti il nome del padron
che da viziato, semplice e santo diventò
affinche il cammino del richiamo seguisse
con misera grandezza, affinché il corrotto cancellasse.


Benvenuto a te, umil servo
che l'oro rifiuti e trovi nel misero l'illuminazione,
che per Lui esegui la rua mansione
e che porti il Francesco e la sua benedizione.



Share |


Poesia scritta il 19/07/2015 - 00:41
Da Monsieur Noir
Letta n.426 volte.
Voto:
su 12 votanti


Commenti


Ciao bellissima dedica questa tua.. bravo
se posso mi unisco a te.. complimenti di cuore ciao.

Maria Cimino 19/07/2015 - 18:02

--------------------------------------

Meravigliosa dedica, bravissimo. Ciao

Anna Rossi 19/07/2015 - 17:09

--------------------------------------

Bella dedica.Bravo e complimenti.

Luciano Guidotti 19/07/2015 - 15:34

--------------------------------------

Benvenuto Padre Francesco. Una deliziosa dedica. Lieta giornata.

Rocco Michele LETTINI 19/07/2015 - 15:21

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?