Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Il mio mare...
Leggere è come aprir...
E' vita vera...
Piccole azioni corag...
IL MAESTRO...
Silenzio......
Valori...
Cicatrici...
An electric air from...
ER BACICCIA (la bann...
Tanka...
Il corpo racconta...
Non ricordo...
Amata mia...
Le Fiamme del Peccat...
Rivoluzione...
La mia odissea...
Con la forza dei ram...
SIMPATICA SORPRESA...
Deriva delle anime...
Vaso...
Dimenticarsi...
Naufrago...
Amore...
Odore di uno spettro...
IL GERME DELLA ...
Sceriffo...
Le note del tempo...
Il caro estinto...
La felicità...
L'assente...
ALLA GUIDA DELLA VIT...
ossuta resilienza...
Eppur sorridi...
Ridere...
Orme future...
Deluso...
Nel fruscio della vi...
Occhi chiusi...
Le mie gambe...
Miraggio di una infa...
UN RESPIRO....
ODE...
ALLE PORTE DEL SOGNO...
Notti magiche !...
D'inverno...
VENICE...
L'ultima gara....
Amantes...
Così poco...
l'armonia...
Il fischio del vento...
Mi hai cambiata...
TELEGRAMMA POETICO...
Tu, pallida Luna...
questi occhi...
Dove abita Amore...
la Givacchi...che st...
Gocce di pianto...
OGGI...
La carità non la con...
La croce...
Anatomia di un bacio...
Orme...
Fare breccia in un m...
Società:...
Canto di un appassio...
Lembo di blu...
Che sapore ha il mal...
Questo amore è come ...
PRATO D’ATTESA...
Sensi...
Scende la sera...
Fiume di ricordi...
Apoteosi della belle...
E HO VISTO TE...
Chiamalo tatto.....
POLPASTRELLO...
CARNE UMANA di Enio ...
MERAVIGLIOSO AMORE...
Le quattro stagioni...
CUPIDO...
CUCCAGNA...
Mi cerchi tu dici...
Il tesoro della Mont...
Nebbia dell'anima...
Tutto l'Universo...
CON RIGUARDO È SAN V...
Auguri, amore...
Le ali dell'amore...
Fiori...
MA LEI LO SA?...
aspettami...
CAP 2 La non-storia...
Reset...
Peggio della malinco...
L'esperimento...
Deserto...
CARONTE...
Aspettando le rondin...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Re ciocco e er tarlo

RE CIOCCO E ER TARLO


Re Ciocco aveva un tarlo sempre ner cervello,
voleva sapè se per er popolo era brutto o bello.
Interrogò ar riguardo er gran ciambellano,
che gliè rispose davvero in modo morto strano.


La maggioranza dirà che er Re è vero bello,
e pè noi devè da contà solamente quello.
È certo che ci sarà na sparuta minoranza
pè la quale siete solo un mar de panza.


Ar Re questa risposta nun gliè confinferava,
e spesso, nella notte, er pensiero l’angosciava.
Infine se risorse de emettere n’editto,
pè potè sapere se era storto oppure dritto.


L’editto diceva che ogni suddito der regno
doveva comunicare alla corte de suo pugno,
come considerava er proprio imperatore
se un galantuomo oppure un malfattore.


Arrivarono alla corte moltissime approvazioni,
fatte più pè paura che per vere convinzioni,
sortanto uno ebbe er coraggio de dichiarare
ch’era un tiranno e che se ne doveva annare.


Er Re rimase un poco serio e pensieroso,
nell’apprennere questo pensiero minaccioso,
accompagnato dalle sue malefatte
cò le prove pè le dichiarazioni fatte.



Er Re convocò subbito li su’ consiglieri
pè esprimere loro tutti li su’ pensieri
e disse che credeva de più ar coraggioso
che a tutto er popolo bugiardo e pauroso.


Cambiò la su’ condotta cò la popolazione,
rendendo conto di ogni su’ bona azione.
Chiamò quer coraggioso come consigliere,
e ar ciambellano diede un carcio ner sedere!
Vittorio Banda



Share |


Poesia scritta il 18/01/2016 - 12:57
Da VITTORIO LUCIANO BANDA
Letta n.354 volte.
Voto:
su 2 votanti


Commenti


grazie

VITTORIO LUCIANO BANDA 19/01/2016 - 11:26

--------------------------------------

Bravo anche per me! Deliziosa poesia...Ciao Vittorio

margherita pisano 18/01/2016 - 18:26

--------------------------------------

Bravo, Vittorio! Complimenti vivissimi, una poesia bellissima e scritta in dialetto romano che a me piace tanto.

Seby Flavio Gulisano 18/01/2016 - 16:39

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?