Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Nel riflesso d'argen...
LA TINTA GAFFOSA...
L'UOMO CHE RINASCE O...
La casa degli incont...
AMORE PURO...
Rivoluzione bio ...
Una nonna del tutto ...
L'importanza della p...
Vivere...
Senza parole...
Amore come il mare...
La bava della lumaca...
Di quando ti ho inco...
Sto morendo...
L'esempio...
COME L'ACQUA CALDA...
Algida delusione...
COME UN PASSERO TRA ...
I’ che guardai l’amo...
Di tanto in tanto...
Piccola Falena...
Libero pensatore...
Quando due si amano...
Immagina la tua vita...
Amore è incontrarsi ...
il vero sapere e' ...
Er sommo poveta...
SPECCHIO DELL' ANIMA...
Ai margini...
NEO LAUREATI di Enio...
In fondo l'amore è u...
Tre Fratelli...
Un sogno......
Teotoburgo...
Ricordi della mente...
Donna illusa...
il vampiro...
GIUNGERANNO LE STELL...
UN ATTIMO DI VITA...
Viltà...
AL DI LA...
Nu poco e' te...
Con atomi di Cesio...
IL MIO AUTUNNO...DI ...
Forte...
Terra Straniera...
LE VIE DELL’AMORE...
Il conformismo è in ...
Baciami...
LA SERA (poesia squa...
Giù sulla strada...
Lettere...
Il portatore della p...
Fragile...
LA NOTTE...
A caccia di Novità o...
T'amo...
Rivoluzione verde ...
Lui e l'altro...
felicità...
Ci sarà un momento...
Vivi...
Sovente,senza ragion...
La terza età...
A RITROSO...
Pensiero di un angol...
Alla deriva...
Ingredienti d'Amore...
Ali d'Angelo....
Nostalgia...
PICCOLI ED INNOCENTI...
ADDIO 2...
il baco e la seta...
Scorie...
IGNORANZA E MEDICIN...
Sentieri di sale...
Eppure sentire.......
Cercami...
La primavera della p...
Percorreremo la stes...
Nuda...
A volte la vita semb...
Rivalutare......
Inferno e paradiso...
Volo nell'immenso az...
Solo...Io...
Auschwitz...
UNA FINESTRA SUL CIE...
La felicità non si d...
IL CUORE NON DIMENTI...
La vecchiaia rallent...
In brividi di baci...
VITE NEL TUNNEL...
IL DIARIO DI SOFIA...
Ho fatto un sogno...
Adatta alla vita...
Canto della Passione...
Storie di ordinaria ...
Così...
Un Re...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Al nonno

I


Dolce canizie che il sole amava,
stanco orecchio ch'ogni dì sentiva
il mio balbettar,la mia viva
vocetta,e che per tanto mi cullava,


quel stanco corpo ch'ora abbandonava
l'inutil mondo,che ancor periva,
o nonno,e che,purtroppo lì moriva
senza un verso,senza una beata


parola d'un inutile perdono.
E t'addormenti per restare solo
nel tuo corpo,nella tua mente.


Non fu per te del Paradiso il dono,
povero vecchio,giovin assiuolo
che mi amava infinitamente...


II


Stringevi il libro:"Cosa leggeremo?",
ed affondavi colle tue dita
nell'avventura nuova,infinita...
io lo ricordo,ed ancora gemo


come un bambino,quando ancor addita
la mia memoria un volume,e sempre fremo
quando ricordo l'ultimo:"Faremo
una lettura sulla tua vita..."


Quale lettura?Dove è stato scritto
l'antico libro delle nostre vite,
che ha in mano un angelo cadente?


E tu,o vecchio,misero e trafitto,
stai colla mano su le infinite
pagine gialle d'anima dolente.


III


Dolce vecchietto che m'accarezzava,
ora non c'è...e son rimasto solo,
come una rondine colpita nel suo volo
mentre il mare attorno singhiozzava...


Era il respiro che m'accomunava
alla sua vita,dolce usignolo.
Ed è caduto sull'erboso suolo
quando il mondo stanco riposava


sotto la tetra mano della morte.
Egli era sceso in lungo oblio
dal qual nessun l'aveva più svegliato,


e il Nulla aprì per lui le sue porte.
Egli era mio,tristemente mio,
ed io,solo,l'ho abbandonato...



Share |


Poesia scritta il 03/11/2012 - 13:58
Da Giuseppe Sradichi
Letta n.362 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?