Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Cielo pirico...
E mi cruccio, a sera...
Un brano al vento...
Io volo...
Quei due che non era...
Rimembranze...
Monologo del Tacchin...
Mia adorata Paky...
Scelgo le perle...
LA POESIA PIÙ BELLA...
Luci di Natale...
Lettera ad un amico...
Se mi ami...
bene e male...
La moje in vacanza (...
Riempimi di te...
Lacrime...
LUCCIOLE IN CIELO ...
milite armato d'amor...
Un solo colpo...
L'amore ricordato...
A Marta...
ultimi pensieri...
Oltre...
NATALE...
Il suo bastone assen...
Inedia...
Il barattolo...
esecrerò l'odio...
SOSPIRO D'AMORE...
IL SOGNO DI UN AMORE...
La sposa triste...
Dialogo di due innam...
LENTI A CONTATTO...
VISO DI LUNA...
AMORE...
Non sei tu(C)...
Danza...
LUPO AFFAMATO...
LA FESTA DEL LUPO...
Vivo......
Il fesso...
Francesco Forgione...
I miei occhi...
Furto di cocaina...
Un Abbraccio...
Fantasia...
Una delle tante...
Giornataccia!!!...
LA VITA TI HA SCELTO...
L'ODIATO LUPO...
Natale 2017...
Questo può diventare...
Non sprecare il tuo ...
Nuvole 2...
L'altra metà del cie...
E quando le creature...
Vorrei ma non posso...
Come arriva natale...
Fughe...
L'emicrania della no...
Ovunque tu sia...
DOLCI MELODIE...
L'ISTINTO...
Bava di lumaca...
Quella ragazza...
Il migliore amico de...
OTTO DICEMBRE di En...
Lupo sdentato...
Ascolta se vuoi....
Ogni fiume segue il ...
Passerà la festa...
Cappuccetto Rosso e ...
La bocca di un crate...
Un angelo senza nome...
Un altro giorno...
Tu vai, io sono qui...
Solamente felicità...
In Do maggiore...
AD ALDO MINIUSSI, CA...
Tornando a casa...
Solitudine...
UN LUPO NON TRO...
e dimenticare...
Imparare dalla sempl...
Ah, l'amour......
O il babbo...?...
L' Ancora Di Salvezz...
La retta via...
L'oscuro contadino (...
Sangue e Jack Daniel...
Calessi...
La pulizia...
Mareggiata...
Tu vali...
Che te credi...
FALLIMENTO...
Il mondo......
MARY E IL LUPO...
Datemi un verso...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Tu

Tu che chiedi alle brezze dove stia la verità
e porti in mano il pianto della condanna
ferisci ogni poro del mio pensiero
con suoni troppo aspri e coronari misteriosi
ti consumi tra le sentenze di un amore guerriero
che apre alle solitudini ai cocenti abissi del nulla
eppure muoveva verso di noi quel labile sorriso di una dea
che ci voleva ancora creature di un Olimpo nascosto agli avi
e danzavano sulle cene fredde i dialetti dei barbari
che depravavano le brutte chiese con cori blasfemi
e poi giunse lo squarcio di nubi che del re diede le sue rovine
ci portò sui rami degli alberi proibiti
lasciando ansie a ricamar ferite
ed erano feritoie le veloci insurrezioni dei tempi
che resero sangue alle nostre sfortune
mi chiedesti del mondo
delle sue mansuete bugie
ti diedi il suono di una conchiglia per spazzare la paura
ora mia donna cresciuta nelle gerarchie della morte
scavi ogni mio pensiero
con il sorriso di un inguine che tutto rischiara


Share |


Poesia scritta il 14/09/2014 - 04:09
Da LUCA SANTO
Letta n.351 volte.
Voto:
su 3 votanti


Commenti


Volevo scrivere forgiare, non forgaiare. Scusami.
Aurelio

Aurelio Zucchi 15/09/2014 - 16:34

--------------------------------------

Apprezzabile l'impegno verso dopo verso per un testo dal tono classicheggiante, gradevole e pur tuttavia piuttosto complesso ad una prima lettura. Ti ho già letto altre volte su altri siti e so della tua capacità di forgaiare versi. Miglioro il voto proprio per questo.
Ciao
Aurelio

Aurelio Zucchi 15/09/2014 - 16:33

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?