Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Falò di pensieri...
Italia mia...
RESILIENZA...
Gli alberi intorno...
Specchio spiatore...
Illusione o realtà?...
Le mie parole sono l...
Quando arriverà il m...
La Pecora nera...
Dove nel cosmo è bui...
Tristezza per la gen...
Ne ho baciate tante ...
Nei nostri sorrisi...
SAHEL...
Contro il destino...
Sandrone...
EVOLUZIONE DELL\'AN...
Non li merito gli oc...
STRAGI...
NOARE O STAR NEGÀ...
l'attesa di guardart...
LA RAGIONE...
Estati su\' di uno s...
LA NOSTRA PROMESSA...
Dentro la scatola di...
CONQUISTA...
La fretta dei giorni...
Fila, filastrocca...
ANCHE PER UN SOLO IS...
Voglio solo la mia l...
...UN AMORE CHE È CO...
Ancora una volta...
Non è ancora quel te...
PER AMMAZZARE IL... ...
il gommone...
Fantapoesia...
Canto della cuna del...
Questa è la vita ? ...
Preghiera alla divin...
NESSUNO...
È perché non sai chi...
Mare verde...
Schizzi di luce (poe...
RICAMI DI LUNA...
Il prestigio di una ...
Nel mercato dell'int...
La mente e il cuore...
A mio favore...
Un cielo troppo gran...
Alla mia Cri...
gli elementi...
Per tutta l'eternità...
Senza armonia...
Mia Madre...
A te e a me...
LA NINNA NANNA DELLA...
Il regno animali ...
Ostetrica(C)...
PIUMA AL VENTO...
PAURA DEL SILENZI...
STELLA...
L'ignoto...blu...
Sentimenti...
Davanti a noi...
Pace a ferragosto...
SENTO LE TUE CAREZZE...
Evanescente...
Lontano...
...IL SAPORE DEL CAO...
Polvere...
La Ragazza Dai Capel...
E RITORNO AL PASS...
Stupido amore...
Le mie teorie...
La poesia non dev'es...
SENZA AMORE...
ALMENO...
BUGIARDO SORRISO...
Sorriso amaro...
Forse,ti amo....
Bang… Bang… Bang…...
Credevo. E poi......
L'aquilone...
Vien la pioggia d'ag...
L'amicizia I veri...
Cara mamma.......
IL PIANTO DELLA...
Cadice...
ARBRE MAGIQUE...
Ti ho lasciata indie...
Quieto e silenzioso...
Inutili verba...
Vivere...
Quel battito in più...
epoche...
Il punto...
L'odore della Notte...
La MIA STELLA...
Il nodo dell'anima...
La Colonia...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Tu

Tu che chiedi alle brezze dove stia la verità
e porti in mano il pianto della condanna
ferisci ogni poro del mio pensiero
con suoni troppo aspri e coronari misteriosi
ti consumi tra le sentenze di un amore guerriero
che apre alle solitudini ai cocenti abissi del nulla
eppure muoveva verso di noi quel labile sorriso di una dea
che ci voleva ancora creature di un Olimpo nascosto agli avi
e danzavano sulle cene fredde i dialetti dei barbari
che depravavano le brutte chiese con cori blasfemi
e poi giunse lo squarcio di nubi che del re diede le sue rovine
ci portò sui rami degli alberi proibiti
lasciando ansie a ricamar ferite
ed erano feritoie le veloci insurrezioni dei tempi
che resero sangue alle nostre sfortune
mi chiedesti del mondo
delle sue mansuete bugie
ti diedi il suono di una conchiglia per spazzare la paura
ora mia donna cresciuta nelle gerarchie della morte
scavi ogni mio pensiero
con il sorriso di un inguine che tutto rischiara


Share |


Poesia scritta il 14/09/2014 - 04:09
Da LUCA SANTO
Letta n.326 volte.
Voto:
su 3 votanti


Commenti


Volevo scrivere forgiare, non forgaiare. Scusami.
Aurelio

Aurelio Zucchi 15/09/2014 - 16:34

--------------------------------------

Apprezzabile l'impegno verso dopo verso per un testo dal tono classicheggiante, gradevole e pur tuttavia piuttosto complesso ad una prima lettura. Ti ho già letto altre volte su altri siti e so della tua capacità di forgaiare versi. Miglioro il voto proprio per questo.
Ciao
Aurelio

Aurelio Zucchi 15/09/2014 - 16:33

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?