Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

La luna e il mare...
PORTAMI NEI TUOI SOG...
IL NOSTRO ADDIO...
La carezza del sole...
A bordo nel mistero...
Non Sono...
La veritÓ Ŕ come il ...
Ribelli del cuore...
Nel prato...
Sensazioni...
Silenzio...
Bangkok...
Nessun applauso...
Poesia in Re...
E' tutto troppo!...
Temporale d'estate...
TARANTELLA...
tempo...
Rosso...
DOPO UN ANNO...
I colori della vita,...
La ginestra...
FEBBRAIO OGGI Eĺ DI ...
La rinascitadel dest...
Tutto...
Grigia mattina...
PADRE MADRE...
Con o senza di me...
Il Calice Rosso...
La luna e il mare...
Ognuno ha diritto ad...
Il giardino di famig...
Sorriso di velluto...
...vedi tesoro mio, ...
La madre di tutti...
AMORE AMORE... AMORE...
Tre Hayku per Sun La...
Il disegno di coppia...
Lei era vento!...
Par di vederti...
Intorno ai girasoli...
Aurelia...
In flessuosa danza...
Judo...
In quei giorni...
Notte d'estate...
Emozione pura...
Momenti...
A ricordo di un amic...
SILENZIO TOMBALE...
Piu del cielo Pi¨ d...
destino...
Il mio primo passo d...
C'Ŕ un limite...
Baldanza....
La bella rosa...
UNA NUOVA STORIA...
la domenica...
TU...
Tra vermiglio cammin...
PURA PASSIONE...
Il mago di Froc...
Rosa in russo...
Abissi...
DISASTRI 20\\ 04\...
Regalami un sorruso...
ChissÓ pirchý...
L'Arte ci permette,d...
Insalata...
memorie di sartoria...
L'alzabandiera...
Sulla strada di casa...
Idilliache visioni...
Nella polvere dei so...
Haiku 2...
Superlativo...
Tempesta...
COME LA LUNA...
Non Ŕ la veritÓ che ...
Mestiere...
Dialogo.........
...nella notte...
Insieme ce la faremo...
Nulla accade per cas...
Volersi bene ma non...
Voglia di miele...
Armonie...
Amore a distanza...
ombre......
AMAMI IN OGNI STAGIO...
Diario di versi che ...
Sei la mia donna...
La via dell'attempat...
ASCOLTO...
Siamo...
Narcao...
Diario dell'anima......
Piove...
Una via in mezzo al ...
Umani...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Le lune di Dalla

Io mi ricordo la incontrai su una panchina, il naso rosso, il cappellino.. gli occhi lucidi della neve che le stava intorno.
Aveva una cuffietta ed un piccolo stereo che stringeva fra le mani ingreddolite.
Mi sorpresi del fatto che la panchina era comunque bagnata, ma aveva steso una specie di plaid e quando si accorse che mi sarei fermato ne puli un altro pezzo ed allung˛ quel panno per farmi sedere..
Mi fu semplice dire... " cosa stai ascoltando "... mi pass˛ la cuffietta ed io vidi i suoi occhi accendersi ad ogni pasaggio di quella musica che le arrivava silenziosa.
Io invece li chiusi... per un momento scpariva la panchina.. il parco e ritornava un mondo dimenticato...quasi trent'anni dopo.
" Dalla... come fai a sentire queste cose.... non sono del tuo tempo... non eri nemmeno neanche nata..."
- le cose belle non hanno tempo... eppoi neanche la musica ha tempo... nasce quando l'ascolti per la prima volta..
" bello quello che dici...ma... io ti posso... forse capire... ma... quelli della tua etÓ...e
- l'Ŕ non esiste dal momento che ascolta altre musiche...da oltre quarantamila lucide e con tutti i confort e con il finimondo per un semplice graffio... io invece ho fatto rivenirniciare da un amico che non ha voluto nulla..una seicento di mi zia... e ci ho msesso pure i pupazzetti di natale comprati dai cinesi...


La neve scendeva leggera... copriva ogni cosa... e per un istante pensai che ci sono cristalli anche in questo tempo, istintivamente le presi una mano... e lei si tolse un guanto.. mamma come sei gelato


Ora fiocchettava... il viale tornava immacolato di passi.. cosa avrei pagato per sentire il suo piccolo mondo appoggiarsi alla mia spalla..


Ed invece dai suoi jeans vidi una donna...oltre la bambina...e questo mi stordý prima eppoi mi trascin˛ in n vortice di sogno che cercai di trattenerlo con i miei occhi chiusi..


- Devo andare ... mi disse
" come devi andare... nella vastitÓ del mondo in cui non l'avrei pi¨ rivista... mi guardava


Il suo viso biancheggiava contro la punta rossa del naso
i suoi occhi.. che non riuscivano a staccarsi dai miei risplndenvano di un mondo che sfioravo appena...


Quando arriv˛ in fondo... si gir˛ staccando una foglia dal ramo..e mi guard˛ ancora......




Share |


Racconto scritto il 14/12/2017 - 09:18
Da Franco Libecci
Letta n.139 volte.
Voto:
su 0 votanti


Commenti


magic! mi Ŕ piaciuta :)

daniela cesta 02/02/2018 - 22:14

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?