Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

RIFLESSIONE CON LA R...
'... un pò di follia...
Ti Donerò Dei Fiori....
L’ultimo atto...
Un COLPO al CUORE...
LA FELICITÀ È...
Il volo senza fiato...
SGUARDI NEL NULLA...
La preghiera di un a...
Il paradosso di Zeno...
la felicità? due big...
Burka...
IL CORAGGIO DI ...
Fantastica follia...
Semplici sensazioni...
Il vento scompiglia ...
Felicità...
Martina si sposa...
Fragile Impercettibi...
Buco nero...
è passato tanto temp...
Colpa del sale...
LA FELICITÀ ...SAI...
Il duetto dei fiori...
BIANCO...
La maledizione dell’...
L'ULTIMO DONO...
Cechin...
IL CANCRO È UN CLAND...
Antoine e il Piccolo...
Ragazza col turbante...
Mille...
Il buon pirata...
Il Ritratto Di Doria...
HAIKU DEDICATO...
SUDORI ROVENTI...
IL PRESAGIO...
La mia storia- DICEM...
Amore che torni...
Banditi...
Toro nero ebano...
Sulle note dei poeti...
LE DONNE E IL ...
D\'amaranto colore...
A capo chino...
ORRORE...
Millennials...
Liberi di volare...
La tua voce...
Prigionieri...
Forse...
ODE AI MIEI RICCI...
Posso?...
Imbalsamato giorno...
TEMPESTA...
Imparerò...
IL SAPORE DELLA FELI...
Canto della voce del...
La felicità ? La fel...
Fiore di cardo...
Baciala. Sempre. An...
Allora navigo...
AMAMI SENZA RITEGNO...
Veleno...
Potessi o dovessi......
Così vicini, così lo...
Ombre e silenzi...
Corridoi di lacrime ...
quell'ultimo addio...
Consapevolezza dell'...
E veglio su di te...
La sottoveste rossa...
Stazione...
Anche il nero può di...
La vita è gioia...
haiku - caramelle...
Dare il meglio di se...
Artisti in convento...
L' UOMO NERO NON ...
SQUARCIO...
Il tuo silenzio...
NON DEVO PIÙ NASCOND...
Non sarai mai sola...
Tu puoi...
Da Argada a Runcatin...
Il mulino...
Occhi negli occhi...
Tutto il bello che c...
La ballata di Rocky ...
Vorrei poterti dire....
Colori miei disegnat...
Passato....
OLTRE IL RESPIRO...
Volcano...
Un qualche fiore...
Ricatto...
Partita persa...
QUANDO VORRAI, SOLO ...
Tramonto...
Se volesse il cielo...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it



Trinacria

Sicila terra arrustuta ro suli
vistuta ri munti durati
n’azzurru mari li scianchi ti stringi
n’profumata ri zagara e mennuli
bidduzza stidda ro meditirraniu
supra di tia maistusu si jisa lu mungibeddu
cu so pinnacchiu culuratu ro suli
pari nu faru, pi diri e furisteri, ccà sugnu
viniti e fattivi l’uocchi cu li biddizzi ri sta terra
e ccu si ni và, ci lassa lu so cori
picchi sapi cchi ci arriturna.
acchiana n’coddu e me spaddi
assettiti supra i me dinocchi
e miravigghiati ri stu beddu paisaggiu
furria n’tornu a me testa
e tallia tutta a Trinacria, gnunata pi gnunata
e quannu a to vista si perdi all’urizzunti
nu sciusciu ri vintu ti fa sintiri a vuci ra genti di sta terra
genti chi rispietta e chi si fa rispittari
chi da u cori, ospitali, arucata ndo parrari
ricca ri boni sintimenti, e puviredda ri picciuli
ginnirusa di cori e ranni travagghiaturi
si teni sulu nù pezzu ri pani, su sparti ccù l’autri e je cuntenta
e chiina d’urgugghiu pi li so urigini
e di diri a vuci jauta, jù Sicilianu sugnu.
E ora amicu miu, scinni re me dinocchi
vattini chiù luntanu chi poi
ma nu lassari sta terra bedda
picchì mienzu a stì pirsuni arucati
c’è miscata a munnizza, e chistu mi fa ruvisciari
cù lu sò fitturi lurdunu sta bedda isula
si sentunu spacchiusi, n’veci sunu nuddu ammiscati ccù nenti
ccù suduri di lautri si fannu i sordi
e ccù sangu di poviri nnucenti lurdunu sta terra
chistu mi fa ruvutari u stomacu
e ccu lu focu re me bureddi, li vurria ncinniriri.
Copyryght ® Leonardi.Calogero



Share |


Opera scritta il 02/06/2016 - 21:20
Da Calogero Leonardi
Letta n.439 volte.
Voto:
su 3 votanti


Commenti


Caru Leonardu,
io ti taliu luntanu ru munti Piddririnu,
ca fu pittatu ri tutti li latati
poeti e scritturi ristarunu 'nvasati
ri li biddrizzi ri sta terra mia.
Lu Mungibeddu è lu focu sicilianu
Lu Piddririnu è ù cori e l'anima mia
ma quantu bedda è la tua puisia.

salvo bonafè 03/06/2016 - 22:03

--------------------------------------

Bìeddi sti versi di virità ditti e scritti... Bìedda terra mia di focu e d'amuri! Bella poesia Calogero, ricca di spunti di riflessione nella sua amara verità.Un po' diverso il dialetto catanese da quello palermitano, ma comprensibilissimo. Bravo, un abbraccio conterraneo

Carla Davì 03/06/2016 - 21:48

--------------------------------------

Grazie... terra meravigliosa.. calda..hai reso pienamente l immagine.. . bellissima

francesco la mantia 03/06/2016 - 21:35

--------------------------------------

Parole meravigliose per una terra stupenda. Complimenti veramente sentiti!

Paolo Ciraolo 03/06/2016 - 08:58

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento

Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?