Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Mio dolce ardire...
Alcuni buoni passagg...
Dò un cenno...
Ode alla Madre Terra...
L\'ulivo...
Scusa se cammino...
RITROVARE SE STESSI...
Ode al polacchino...
Ti conosco da appena...
Cos'è la vita ......
NON E' SEMPLICE...
Dolce settembre...
Chi sei?...
Fossili...
Follia...
- Racconti dal mare...
Padiglione 1...
Ormai la pioggia...
Fra una carezza e l'...
La voce...
STRANE FORME...
SCUSATE IL RITARDO (...
Castell'Arquato...
E ogni volta che cad...
E poi...
Troppo piccola per.....
La vecchia che fila(...
siamo come fiori,alc...
PROFEZIA DI UN ESSER...
Ti ascolto...
A settembre...
Haiku t...
Dipinto di uomo con ...
Una carezza sul viso...
La cura...
Un suono non odo...
Nuvoletta rosa...
Il nipote del vecchi...
1 sett 1939 2 sett ...
Il lento gocciolio d...
Leitmotiv del mio l'...
INVITO ALLA VITA...
licantropi,lupi mann...
La Coccinella Rossa....
A VOLTE E' IL...
SENTORE D'AUTUNNO...
haiku 6...
Bucolico romano...
Tenera Frida...
Lo sguardo di un bim...
Sensazioni 6...
Incorrisposto...
La MIA ESTATE...
FONDALI OCEANICI...
È tutto un click...
La credenza guida il...
Un Libro...
E se pur per errore...
Il seguito...
Per qualche malintes...
Haiku 13...
Particolarmente...
Versi decrescenti...
Oltre il tramonto...
Contorni sbiaditi...
LIBELLULA...
L'ultimo ballo...
Haiku s...
Amicizia...
Tutto Finto...
I RICORDI...
La Verità...
Cinema IRIS...
Tanka1...
La paura è un meccan...
SETTEMBRE...
A qualcuno piace ton...
La Notte scende sul ...
HAIKU N. 13...
Il rumore della piog...
Soffio...
Sensazioni 5...
Manca coraggio...
Musa 2...
Non avrei potuto...
l\'errore...
Il primo bacio...
Tradire...
SONO STATA...
Il recapito...
l'embrione dell'amor...
Se fossi vento...
ITALIA BELLA...
un gatto randagio...
HAIKU F...
Ascolta il vento...
Dialogato...
Haiku n°8...
Pianura...
Figlio/a...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Campane

Campane


Di morte o di vita
In guerra e per gloria ,
In ogni sono sonate ,
per ogni favella ,favellate.
Quinci più e grosso il tintinnio
di campane quand'è che giubilar
ci face ,a pasqua ,al cristo
la salita al ciel rammentate .
Ai sovrani devote ,
In nuova legge , coro al banditore .
Come un frullo d 'ali leggere ,
vanno le note talora stonate
nell 'aere libere e lontane .
L' ora del vespro v intonatate
come un canto soave ,
che rallegra la sera .
Di lungi tra le foschie del crepuscolo ,
svetta il campanile qual torre
ferma al vento non cade .
Par che s'introna tra colli ,monti,
tra prati giallo di grano ,
balzi rocciosi ed aspri.
La domenica lo stuolo di fedeli ,
ricorda il Signore .
Sì rincorrono lodi d' amore ,
scandito dal rintocco di campane.
E' la fede che urla ,grida alle porte del cuore .
Io mi ricordo le giornate lontane,
del bel canpanil nascosto
dalla siepe lontana .
Ei di in ora in ora segnava la giornata .
Per chi suona ,la nota
di campana triste e lenta?
Era per te padre ,nel far di settembre ,
ma ben avrei amato un grillo
fra erba al sol di fine estate .
Di Francia o d Anglia
Germania ,d Italia ovunque
Il loro ritoccare ,
ti rende cittadino d 'ogni patria .
Per la patria avete lottato
al fil di baionette e cannoni
sangue ,dolore .
Militi sconvolti
ma nel petto il disio
di.liberta'.
Dolce e morir per il suolo natale ,
ma piu dolce' s'accompagna
Il vostro melodico lamento .


Corrado cioci



Share |


Poesia scritta il 25/05/2019 - 20:56
Da corrado cioci
Letta n.115 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti


...la storia
Disegnata magistralmente attraverso il suono delle campane
Complimenti

laisa azzurra 26/05/2019 - 15:00

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?