Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Firmamento...
Tutto si trasforma, ...
La clessidra...
Casuali parabole...
IL SUBACQUEO SPORTIV...
E\' stato splendido...
SonEtti...
Sogno o son desta...
Due tenere folate di...
Diavolo...
Mosè e le tavole del...
Mosca 1950...
ANCORA INSIEME...
I binari della mia v...
I ricordi nell’armad...
Placido mare...
TUTTO IN UNA PAGINA...
GIULIA pt.1...
“Oggiscrivo”...
La colazione...
IL SALE DELLE TUE PA...
Non Ti Scordar di Me...
L'ora perduta...
Davanti a me vedo du...
STREET CIRCUS...
Schegge del cuore (T...
Limbo Perverso...
UN PASSO INDIETRO...
Il groviglio esisten...
Ombre...
Il primo appuntament...
SETTEMBRE STA PASSAN...
Alito di Dio...
medjugorje...
Bergamo Alta...
sentiero...
E se fosse che la fo...
È AUTUNNO...
Disse il saggio...
Dondola il mare...
la mia bambina. la m...
IMMERSO...
L'ultimo ciabbattino...
Ondulazioni...
Prime luci su Livorn...
ORMAI...
SILENZIO INAUDITO...
Amore,amore, amore.....
Mamma...
Animo umano...
minestrone...
Lessi...
IL LUNGO VIAGGIO...
Voli d'Autunno...
Ama le lacrime quant...
VOLI PINDARICI...
La passeggiata...
notte di settembre...
città...
VENERE SOLITARIA...
Silenzio...
L'uomo e il mare...
Come nelle favole...
Quando scende la ser...
L'amore...
Dall'alfa all'omega,...
LA PERLA NERA...
PECCATI MORTALI...
Da Ibiza...
Sogni rubati...
Che meraviglia!...
La prossima volta...
Vorrei incontrarti...
Forum...
Mi piange il cuore.....
La sede...
A scuola, nel 1968...
Giorni Difficili...
Al vento non c'è al...
Il bacio di una stel...
Mi chiedo se non ci ...
PRIMA O POI...
Come una sigaretta...
Immenso mare...
Più piacevole del mi...
IL VASO MING...
Resta qui con me- i...
Enrico e mio padre...
Ognuno di noi possie...
Qui è più facile tro...
L'anima vola...
GIOVANE POETA...
Eterna tristezza...
Amare....
Adriano...
IN QUEI SPAZI VUOTI...
Angeli guardano dall...
Predatori di anime...
La pace dentro...
Pierangelo...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

PATRIA NOSTRA

Da quando siam nati
abbiam tutti avuto
la terra laddove
ognuno è cresciuto.
Da chi ha un fiamma
nel suo proprio cuore
vuol più della mamma
la terra amore.
E pur senza un nome,
comunque si mostra,
la terra nativa
è la Patria nostra.


L'Italia fu Patria
di chi ebbe l'onore
d'aver combattuto
per lei con valore.
Son stati gli eroi
a farci capire
che han solo per noi
voluto morire.
Quel che loro fecero
è parte di Storia
mandata ai posteri
in loro memoria.


Fûr molti a patire
per rendere unita
l'Italia ed ardire
la dura partita.
Chi non sa Perasso,
chiamato Balilla,
che dalla sua pietra
scoccò la scintilla?
Che dire di Sciesa
che seppe morire
e niente al nemico
lui volle mai dire?


Di Micca il coraggio
fu grande a tal punto
d'esploder col suo
nemico lì giunto.
E dei due Bandiera
che fûr fucilati
la Storia è pur vera,
chè sian ricordati.
La Patria menziona
chi cadde per noi,
ma tutti possiamo
restar com'eroi.


Per noi Garibaldi,
eroe nazionale,
è quello che fece
ciò che di più vale.
Con non più di mille
affronta i Borboni
facendo faville
struggendo i lor troni.
L'Italia fu unita
dacché Garibaldi
finì la partita
e non volle saldi.


Giammai soccombette
e né volle gloria;
da solo lui stette
ed ebbe vittoria.
Del grande Mameli
noi l'inno cantiamo
restando fedeli
a quello che amiamo.
È sacro per noi
il suolo natìo
che, sia ora che poi,
è dono di Dio.


Ho scritto e musicato quest'inno patriottico per
il 150° Anniversario dell'Unità D'Italia.
Il 17 marzo 2014 ricorre il 153° Anniversario,
per cui ne propongo la lettura. Grazie!



Share |


Poesia scritta il 15/03/2014 - 17:48
Da Giuseppe Vita
Letta n.422 volte.
Voto:
su 1 votanti


Commenti

Nessun commento è presente



Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?