Inizio


Autori ed Opere


Ultime pubblicazioni

Un mattino d'autunno...
Ch'io possa...
Il borgo...
Le vere gioie...
Non calpestate la po...
Piacere, sono IO....
RIMEDI PER CHI RU...
SOSPIRO...
Chissà se Chiara Dor...
DOLCE TRISTE AT...
baciata dalla luna...
Quel che rimane...
Ode a Trieste....
Ebbrezza marina...
Prime impressioni...
La luce negata...
Poche Luci...
Gelato a due gusti...
Alba...
RIFLESSO DI SGUARDO...
IL PRESENTE...
LE CAVERNE DEL CUORE...
Il dolore è come un ...
Campi di anime, per ...
Grigio di nebbia...
Un fiume rosso sangu...
Vola in alto Perché...
PENSIERO D'AUTUNNO...
a Charles Bukowski...
Le rapide dei sogni....
POLVERE D'AMORE...
Attimi...
Diniegato...
Al buio di una caver...
A Genti quannu tinta...
Sfumature d'indaco...
In città...
ECLISSI DI LUNA di E...
Quando va via la neb...
Problema...
adamo ed eva...
Giorni di paura...
Ho ucciso il mio Cuo...
DUBBI...
L'obeso...
ho visto Te...
la fine...
Il tuo amore per me...
Il Silenzio...
OSSERVARE ANCORA...
Ho perso il cielo st...
non camminare davant...
Il salvadanaio...
PER IL SITO...
Scivolano le ombre...
I PROBLEMI DEL ...
AUTOMA...
Dedicato da te a me...
Su questa mia terra...
Ti sento...
Er patto cor demogno...
La grotta nell’autob...
dal giorno alla nott...
LA POLLIVENDOLA...
Autunno per un amico...
Trapasso...
Le mille cose che no...
FIGLIO MIO...
Azzurro...
Il mare verde...
L'allegra triestina...
Spero...
Angeli...
la rifrazione illuso...
Dille ch'io la amo...
Scarmigliata...
A te...
Io e la vita...
Il mio amore non c'è...
ER POVETA E L'UCELLI...
Monotonia uccide poe...
Pensando...un addio!...
La vita è una meravi...
Come rami di uno ste...
TOMBINO...
Foglie morte...
Avida la mia bocca!...
Il farmacista...
rimembranze...
PASSEGGIATA SOLITARI...
volo d'autunno...
Infinita voglia di v...
Seppe poi sola andar...
Una richiesta vana...
Pensieri invadenti...
L'Astronomia del Fut...
Potrei darti...
Quel vino rosso ross...
Possa la preghiera s...
Le cose fatte con pa...

Legenda
= Poesia
= Racconto
= Aforisma
= Scrittura Creativa


Siti Amici


martiniadriano.xoom.it

Maggio mariano

Allor che nell'aria s'effonde
un lieve profumo di rose
ogni anima buona risponde
al Vostro richiamo, Maria,
cantando le laudi festose!


Il mese più bello dell'anno
è maggio ed è a Te dedicato
da tutti coloro che sanno
quant'abbia patito Tuo figlio
per togliere a tutti il peccato!


I Tuoi devoti gioiscono
e innalzano canti di gloria
e pure in tal modo agiscono
anche altri fedeli che accorrono
e fan tutto ciò in Tua memoria!


Le strade di ogni paese
son piene di luci e di fiori
per tutto il durare del mese
e pur ogni cosa è più bella
vestita di mille colori.


Tu, Maggio mariano, 'sì atteso,
arrivi ora ancor più raggiante
su un popolo tanto indifeso
che affida a Te le sue pene
con animo più esultante!


L'immagine Tua, o Maria,
apporta la gioia nei cuori
ed è bene che così sia
in un mondo ch'è tanto ingiusto,
di lacrime fatto e dolori!


Regina del mondo e dei cieli,
in Te confidiamo gioiosi
restandoTi sempre fedeli
e, sotto la Tua protezione,
speriamo in futuri radiosi!


Tu, madre di tutte le madri
e di quelle che han perso i figli,
così come pure i lor padri,
proteggile sotto il Tuo manto
e scaccia da loro i perigli!


Aiutale, o Vergine Santa,
illumina il loro cammino
e che la lor gioia sia tanta;
essendo rimaste da sole,
sta a lor sempre molto vicino!


È maggio, Maria, esultiamo
con molta allegrezza e sorriso
e insieme a Te noi cantiamo
le laudi a Dio e, come gli Angeli,
saliamo lassù, in Paradiso!


Nota: Nel mio paese si porta in processione,
per tutte le strade, la statua di Maria
pregando e cantando laudi in Suo onore.
È questo il Maggio mariano salentino.



Share |


Poesia scritta il 02/05/2014 - 09:29
Da Giuseppe Vita
Letta n.374 volte.
Voto:
su 4 votanti


Commenti


Sì, anch'io, benché non cristiano, ritengo che la sfera del sacro sia intoccabile. La messa in latino deve avere tutto un altro sapore.

Dario Senalio 03/05/2014 - 12:18

--------------------------------------

Sì, Dario, di Jacopone da Todi ho letto alcune laudi che sono riportate on line, però non ho nessun testo. Lui è anche un Beato, vissuto nel 200 e si confà a San Francesco. Questa mia potrebbe voler essere una laude in chiave moderna, poiché usa solo novenari e non settenari frammisti ad ottonari come si riscontra in Jacopone da Todi. Io mi sono ispirato alla tradizione religiosa che ancora fortunatamente si osserva quaggiù nel Salento. Speriamo che duri, ché m'accorgo dell'affievolirsi col tempo. Sono contrario a ciò che avviene in questi tempi riguardo alle abolizioni che la stessa Chiesa adotta riguardo alle consuetudini religiose di antico retaggio. Leggi, se vuoi, la mia poesia pasquale "La Culoria t'na vota" e te ne renderai conto. Bene, ci sentiamo! Un sentito saluto! Giuseppe.

Giuseppe Vita 03/05/2014 - 08:06

--------------------------------------

Conosce Iacopone da Todi? Se no, glielo consiglio vivamente.

Dario Senalio 02/05/2014 - 22:14

--------------------------------------


Inserisci il tuo commento


Per inserire un commento e per VOTARE devi collegarti alla tua area privata.



Area Privata
Nome :

Password :


Hai perso la password?